Bandiere americana ed inglese

Grammatica inglese britannico Vs inglese USA

Home / Blog / Grammatica inglese britannico Vs inglese USA

La lingua, come entità dinamica ed in evoluzione, varia tra regioni e culture, dando origine a sfumature grammaticali uniche. Uno degli esempi più evidenti di questa diversità linguistica è la disparità tra la grammatica dell’inglese britannico e dell’inglese americano. Pur avendo radici comuni, secoli di evoluzione e separazione geografica hanno portato a differenze grammaticali che plasmano il modo in cui queste due varianti dell’inglese vengono parlate e scritte. In questa esplorazione approfondita, ci immergiamo nelle sfumature della grammatica britannica e americana, evidenziando le principali differenze in ortografia, vocabolario e struttura delle frasi.

Ortografia: La divisione delle parole

Forse la differenza più evidente tra l’inglese britannico e quello americano risiede nell’ortografia delle parole. Queste disparità possono essere fatte risalire a influenze storiche e riforme dell’ortografia che sono avvenute indipendentemente da un lato e dall’altro dell’Atlantico.

Nell’inglese britannico, le parole che terminano in -our (ad esempio, colour, favour, honour) sono comuni, mentre le loro controparti americane utilizzano -or (color, favor, honor). Questa differenza può essere attribuita all’influenza di Noah Webster, un lessicografo americano, che cercò di semplificare l’ortografia dell’inglese nei primi dell’800.

Un’altra varianza nell’ortografia riguarda l’uso di -re nell’inglese britannico (ad esempio, centre, theatre), che viene sostituito da -er nell’inglese americano (center, theater). Le riforme ortografiche di Webster, miranti a semplificare foneticamente, hanno portato a questa divergenza.

Il suffisso -ise nell’inglese britannico (ad esempio, realise, organise) diventa -ize nell’inglese americano (realize, organize). Entrambe le forme sono generalmente accettate nell’inglese britannico, ma l’inglese americano preferisce la terminazione -ize, seguendo la preferenza di Webster per la semplicità.

Vocabolario: Una Storia di Due Lessici

Mentre molte parole sono condivise tra l’inglese britannico e quello americano, ci sono casi in cui scelte lessicali distinte riflettono influenze culturali, eventi storici e tendenze linguistiche in evoluzione.

Oggetti di uso quotidiano spesso hanno nomi diversi in inglese britannico e americano. Ad esempio, il “lorry” britannico corrisponde al “truck” americano, e “boot” in Gran Bretagna diventa “trunk” negli Stati Uniti quando si fa riferimento allo scomparto di stoccaggio di un’auto.

I nomi collettivi, quando si riferiscono a un gruppo di persone, spesso assumono verbi al singolare nell’inglese americano (ad esempio, “The team is winning”), mentre l’inglese britannico tende a preferire verbi al plurale (ad esempio, “The team are winning”). Questa differenza riflette una sottile diversità nella concettualizzazione di entità collettive.

Variazioni nell’uso delle preposizioni esistono anche. Ad esempio, in Gran Bretagna si potrebbe dire “at university,” mentre negli Stati Uniti si direbbe “in college.” Queste discrepanze evidenziano le diverse convenzioni linguistiche che circondano le istituzioni educative.

Struttura Grammaticale: Costruzione delle Frasi Svelata

Oltre all’ortografia e al vocabolario, le differenze nella struttura delle frasi e nelle regole grammaticali distinguono ulteriormente l’inglese britannico da quello americano.

Nei soggetti composti, l’inglese britannico utilizza spesso forme verbali al plurale, mentre l’inglese americano preferisce verbi al singolare. Ad esempio, in inglese britannico si potrebbe dire “The team are playing well,” mentre in inglese americano sarebbe “The team is playing well.”

L’inglese britannico e quello americano differiscono nella preferenza per i tempi passati semplici e presenti perfetti. L’inglese britannico tende a usare il presente perfetto più frequentemente (ad esempio, “I have just eaten”), mentre l’inglese americano potrebbe optare per il passato semplice (ad esempio, “I just ate”).

Raccontando eventi passati, l’inglese britannico utilizza spesso il passato perfetto in modo più consistente (ad esempio, “He had already left when I arrived”), mentre l’inglese americano può usare più frequentemente il passato semplice in contesti simili (ad esempio, “He already left when I arrived”).

Conclusione

In conclusione, le divergenze nella grammatica britannica e americana, derivanti da influenze storiche, riforme ortografiche ed evoluzione culturale, contribuiscono alla ricca trama della lingua inglese. Sebbene queste differenze possano inizialmente sembrare sottili, giocano un ruolo cruciale nel plasmare le identità distinte dell’inglese britannico e americano. Comprendere e apprezzare queste sfumature non solo approfondisce la conoscenza linguistica, ma favorisce anche una maggiore comprensione della bellezza intricata del linguaggio come entità viva ed evolutiva.

  • “To get fired”: Origine e curiosità

    “To get fired”: Origine e curiosità

    L’Origine dell’Espressione “To Get Fired” L’espressione “to get fired” è comunemente usata nel linguaggio inglese per indicare il licenziamento da…

    Leggi l’articolo

  • Thomas Edison: La psicologia del fallimento 

    Thomas Edison: La psicologia del fallimento 

    Gli errori illuminano il futuro. Tomas non era uno degli studenti più talentuosi nella sua classe. Era biondo con occhi…

    Leggi l’articolo

  • Grammatica inglese britannico Vs inglese USA

    Grammatica inglese britannico Vs inglese USA

    La lingua, come entità dinamica ed in evoluzione, varia tra regioni e culture, dando origine a sfumature grammaticali uniche. Uno…

    Leggi l’articolo

Una persona che non ha mai commesso un errore, non ha mai provato nulla di nuovo.

ALBERT EINSTEIN
× Come posso aiutarti?